Il vino come musica

Tra i personaggi nativi di Verona che hanno reso onore e prestigio alla città con le loro opere, Evaristo Felice Dall'Abaco (1675-1742) occupa un posto di tutto rispetto come compositore di musica strumentale nel panorama europeo.

Dopo aver studiato violino e violoncello fino a raggiungere un notevole talento musicale, passò al servizio del principe Massimiliano Emanuele II, prima a Monaco di Baviera e poi nei Paesi Bassi. Oltre che musicista di corte, divenne nel 1717 consigliere politico e diplomatico del principe, seguendolo in tutta Europa, da Bruxelles a Versailles, da Parigi a Lussemburgo. 
Ebbe un figlio, Josef Clemens (1710), apprezzato violoncellista e compositore che conquistò un posto tra i più famosi solisti di violoncello della sua epoca. Tante furono le sue composizioni. Ad oggi rimane un cospicuo numero di sonate per due e tre violoncelli, ed inoltre due sinfonie a quattro: lavori di spiccata cantabilità che rivelano un’assoluta padronanza della tecnica strumentale. 
Josef Clemens fu interprete del drammatico "Barocco", ma anche precursore del più "sentimentale" e idillico "Rococò". 
Verso la metà del Settecento decise di dedicarsi a vita più tranquilla e si ritirò pertanto nella sua dimora di Arbizzano (oggi sede dell'Azienda Agricola Dall'Abaco Fedrigoni). Qui continuò l'attività musicale e nel 1766 ottenne da Massimiliano III Giuseppe di Baviera il titolo di barone, poi confermato dal governo della Serenissima. Morì qui ad Arbizzano il 31 agosto del 1805 dove fu sepolto in un sepolcro della chiesa.
La famiglia Dall'Abaco si estinse con Giuseppe, figlio di Clemente. La tenuta passò all’inizio del secolo xx alla famiglia Fedrigoni. 

Contattaci

Mettiti in contatto

  1. Indirizzo         Via Schioppe 
  2. Città Arbizzano (Vr) 
  3. Check-In:                                 15:00    
  1. Telefono. +393356413125   
  2. Cantina.dfg@gmail.com
  3. Check-Out: 11:00

© Copyright 2021 Dall'Abaco Fedrigoni - Tutti i diritti riservati-Policy privacy